Che cosa è una distorsione?
Cosa è uno strappo muscolare?

Sono più o meno la stessa cosa. Hanno lo stesso meccanismo.

Prendete una caviglia e “storcetela” oltre modo, anche con una certa velocità, oppure prendete un muscolo e tiratelo, con una certa velocità e se lo tirate abbastanza e abbastanza velocemente riuscirete a “strapparlo”. Se prendete un coltello e vi fate inavvertitamente un taglio sulla mano, avete fatto in superficie quello che succede dentro con le distorsioni e/o gli strappi.
Sono tutti dei “tagli” . Quindi si perde un po’ di sangue, un po’ di liquidi, la parte si gonfia un po’ e fa un po’ male.
Il tutto si risolve in una cicatrice.

Traduzione: arrivano dei “sarti” (fibroblasti) che cuciono lo strappo e lasciano la cicatrice a futura memoria (tessuto fibroso).

I sarti possono cucire in modo disordinato, oppure con tutti i fili orientati nella direzione dello “strappo”.
Per orientare basta “muovere” piano e regolarmene l’area distorta/strappata così che la tensione modelli e orienti i fili della “cucitura”.
Secondo voi conviene fare un servizio bello e ordinato?

Dr. Luca Vannetiello